fbpx
Support & Downloads

Quisque actraqum nunc no dolor sit ametaugue dolor. Lorem ipsum dolor sit amet, consyect etur adipiscing elit.

s f

Contact Info
198 West 21th Street, Suite 721
New York, NY 10010
[email protected]
+88 (0) 101 0000 000
Follow Us

Come migliorare la velocità di un sito web: ecco alcuni suggerimenti

Come migliorare le performance tecniche del proprio sito web, e perché farlo? Ecco alcuni motivi per cui oggi è diventato fondamentale investire sulla struttura di un sito e quali sono i vantaggi in materia di posizionamento e user experience

Le abitudini di navigazione degli utenti sono decisamente cambiate nel corso del tempo. Il frequentatore medio del web non tollera che la pagina ci metta troppo tempo per caricare, o che non sia pienamente responsive in ogni suo elemento. In risposta a tale, comprensibile, esigenza anche i motori di ricerca hanno reso la velocità di un sito un requisito fondamentale per il posizionamento.

Rispetto a qualche anno fa, in effetti, le risorse tecniche a nostra disposizione sono aumentate esponenzialmente. In piena epoca di digitalizzazione, i siti web dovrebbero già nascere veloci ed ottimizzati per non deludere le aspettative degli utenti. Il costo medio per la realizzazione di un sito è anche diminuito nel corso degli anni per effetto della concorrenza: non esistono più scusanti. Ma quali sono gli strumenti a nostra disposizione per migliorare la velocità di caricamento e come è possibile implementarli su un sito già attivo?

Migliorare la velocità di un sito: i soldi spesi in hosting non sono mai sprecati

L’hosting è lo spazio sul server in cui viene ospitato il sito. Questo, in genere, viene scelto in fase di progettazione tecnica. I principali hosting offrono diversi pacchetti, ognuno con un costo e determinate caratteristiche tecniche. La scelta commerciale è veramente vasta, quindi il consiglio è quello di scegliere un pacchetto adeguato alle proprie esigenze (presenti o future che siano) ed eventualmente effettuare un upgrade. Naturalmente sempre meglio “arrotondare per eccesso” piuttosto che per difetto. Un hosting veloce è il primo passo verso l’ottimizzazione tecnica del tuo sito web.

Immagini, video e contenuti multimediali

I contenuti visivi fanno parte dello scheletro del sito. Gli utenti richiedono sempre più foto in altissima qualità, video che possano esaltare le capacità dei propri schermi, funzioni interattive e molto altro. Tutti questi elementi influiscono non indifferentemente sulla velocità di un sito. Il consiglio è quello di pensare ad un piano di caricamento delle immagini che possa contemplare nuovi formati (ad esempio webp per contenuti statici) e software di compressione professionali. Trovare l’equilibrio tra velocità e qualità non è facile, ma non è assolutamente impossibile.

CMS e tema del sito

Gioca un ruolo fondamentale anche il CMS installato sul dominio. Che sia custom o che sia dei più tradizionali, come WordPress, considera sempre di installare un CMS o un tema veloce ed efficace. Molto spesso interventi di recovery di siti da ristrutturare partono proprio dal tema impiegato su WordPress o dal CMS. Strumenti come Google Lighthouse noteranno subito la differenza con ricadute positive sul posizionamento in SERP.

Ottimizzare i contenuti per device

Siamo all’interno di un vero e proprio dibattito tra specialisti. Fino a qualche tempo fa si realizzavano due versioni del sito: una mobile e una desktop. Ma che senso ha oggi quando gli utenti mobile sono di gran lunga superiori? Si punta più che altro a studiare siti responsive, che possano lavorare bene su ogni tipo di device. Conoscere i dispositivi su cui il sito verrà mostrato aiuta a trovare scorciatoie al tempo di caricamento e all’ottimizzazione dei contenuti. Provare per credere.