fbpx
Support & Downloads

Quisque actraqum nunc no dolor sit ametaugue dolor. Lorem ipsum dolor sit amet, consyect etur adipiscing elit.

s f

Contact Info
198 West 21th Street, Suite 721
New York, NY 10010
[email protected]
+88 (0) 101 0000 000
Follow Us

Gli strumenti di monitoraggio per l’analisi e la gestione delle revenue

La scelta degli strumenti giusti per il monitoraggio delle revenue può essere determinante per il successo di una campagna di digital marketing: le caratteristiche di cui ogni tool dovrebbe disporre

Che il modo di valutare e analizzare i dati che derivano dai report di una campagna di digital advertising sia cambiato, è ormai noto. Che i marketers non possano più prescindere dal confronto e dal monitoraggio costante delle informazioni è forse il principale fattore di successo nel medio termine. Di particolare rilevanza sono, dunque, gli strumenti di analisi di tutti i dati che derivano da una particolare attività: sistemi che rendano molto più semplice, soprattutto rispetto al passato, disporre di un quadro aggiornato e reale dei risultati che una determinata strategia pubblicitaria sta totalizzando.

L’approccio, in sostanza, è cambiato radicalmente. È cambiato sia nella valutazione dei principali indicatori di redditività ed è cambiato anche nelle variabili che publishers e advertisers prendono in considerazione ogni volta sia necessario valutare la bontà delle scelte ed eventualmente aggiustare il tiro radicalmente. La complessità è proprio nella possibilità di monitorare in itinere l’evoluzione di una campagna: analizzare le informazioni soltanto ex post non avrebbe alcun senso e rischierebbe di vanificare tutta la strategia di marketing.

Gli strumenti di analisi dei dati in tempo reale consentiranno ai marketers di valutare tutte le variabili derivanti da una campagna fornendoci tutte le informazioni necessarie, dai dati demografici al search intent, con l’obiettivo di aggiustare il tiro, ottimizzare la strategia, cogliere al volo nuove opportunità e massimizzare CTR e ricavi. Perché tutto questo sia possibile, le aziende necessitano di software e piattaforme in grado di integrare le informazioni provenienti da tutti i canali . Solo grazie all’utilizzo di strumenti di gestione evoluti sarà possibile avere una visione completa dello scenario e, quindi, scegliere su quali campagne, su quali contenuti e su quali mercati investire.

Le fondamentali caratteristiche dei software di analisi e monitoraggio delle revenue

Ma quali sono le principali caratteristiche di cui dovrebbe disporre uno strumento davvero utile a conseguire gli obiettivi informativi che ci siamo posti? Innanzitutto dovrebbe consentirci di tracciare le abitudini di ricerca e di consumo degli utenti: solo disponendo di questi dati potremo decidere se investire o se per esempio correggere il tiro. Un buon software, che sia davvero di supporto al processo decisionale, dovrebbe poi renderci in grado di isolare i cosiddetti click fraudolenti, ovvero quel traffico spam che, in definitiva, sottrae solo budget dalle nostre campagne senza di fatto garantirci nessun risultato apprezzabile.

Un’altra importante caratteristica di un tool per l’analisi e l’ottimizzazione delle revenue è data dalla possibilità di implementare, gestire e ottimizzare il remarketing multicanale: questo aspetto può favorire la netta crescita dei tassi di conversione e delle revenue (anche determinando il successo o l’insuccesso di una campagna). Infine ogni tool che possa davvero definirsi tale, dovrà disporre di una sezione dedicata alla reportistica personalizzabile e che sia progettata per fornirci informazioni solide e consistenti sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo.

Gli strumenti indispensabili nell’analisi e nel monitoraggio delle revenue

Ovviamente gli strumenti utilizzabili per il monitoraggio dei dati nel digital marketing sono tantissimi. La scelta, oltre che alle caratteristiche del mezzo, è anche nell’utilizzo che dovremmo farne, nel tipo di campagna gestita e nei canali scelti (oltre che del tipo di dati di cui avremo bisogno). Il più diffuso e usato è senza dubbio Google Analytics. Dispone di tutte le principali caratteristiche di cui dovrebbe disporre uno strumento di analisi: consente ovviamente il tracciamento degli utenti, delle loro caratteristiche demografiche e delle abitudini di ricerca.

Si integra alla perfezione con Adwords e consente di creare segmenti specifici per ogni campagna. Inoltre è ideale per il monitoraggio delle attività di remarketing multicanale e, come se non bastasse, è nato per dialogare con tutti gli strumenti messi a disposizione da Big G.

Ad un ulteriore livello di approfondimento troviamo MOAT Analytics: perfetto per il monitoraggio dei dati per campagne video e display, è in grado di bloccare il traffico spam consentendoci di ottimizzare l’investimento. Infine, non meno importante anche considerando l’evoluzione del mercato, dispone di una sezione dedicata all’analisi del traffico mobile, sempre più determinante nella strutturazione delle campagne di digital advertising.

Tra gli altri da considerare anche la possibilità di utilizzare Impact Radius: spesso preferito per la grande intuitività nell’utilizzo, è perfetto per la gestione e il monitoraggio delle campagne di digital marketing. La piattaforma integra, ovviamente, un sistema di tracciamento delle abitudini di ricerca degli utenti, blocca il traffico spam e gode di una sezione dedicata al tag management. Perfetto anche per chi avesse necessità di monitorare i dati derivanti da campagne di affiliate marketing.