fbpx
Support & Downloads

Quisque actraqum nunc no dolor sit ametaugue dolor. Lorem ipsum dolor sit amet, consyect etur adipiscing elit.

s f

Contact Info
198 West 21th Street, Suite 721
New York, NY 10010
[email protected]
+88 (0) 101 0000 000
Follow Us

Digital Advertising come strumento di crescita aziendale

Le aziende, anche le più tradizionali, finiranno per ricorrere al digital advertising. Il marketing digitale finirà per proiettare le PMI italiane nel mercato globale

La trasformazione in corso nel mondo delle imprese italiane, seppur silente, è una sorta di evoluzione. La trasformazione digitale del mondo imprenditoriale verso un approccio innovativo (al limite totalizzante) verso i canali digitali appare come una necessità, ancor prima che come una scelta. Fino a qualche anno fa (e a dire il vero in molte realtà, anche oggi) si riteneva spesso che un buon investimento in digital marketing coincidesse, banalmente, con la creazione di un sito web e con la gestione di una “paginetta” Facebook, magari anche di medio-basso livello.

Nella definizione di logiche strategiche e di marketing di ampio respiro, però, le aziende iniziano a comprendere (profondamente) l’importanza di un intervento deciso che arrivi nel profondo della struttura aziendale. Non si tratta di intraprendere o favorire azioni spot né di programmare azioni pubblicitarie di breve termine. L’obiettivo è quello di riuscire, nel medio-lungo termine, a presidiare tutti i canali digitali, a favorire la completa trasformazione aziendale in senso digitale e incidere sulla mission.

Quella a cui stiamo assistendo negli ultimi anni, è una trasformazione culturale: una netta virata verso canali pubblicitari innovativi, anche in settori tradizionalmente ancorati a vecchie logiche. Non è un caso, insomma, che la crescita tendenziale della raccolta pubblicitaria nel mondo digitale superi, in termini relativi, la raccolta nel mondo della televisione. E non è un caso che tra i principali settori in crescita spicchi quello dei prodotti e dei servizi legati al mercato alimentare.

Digital advertising e crescita aziendale

In una logica di medio-lungo periodo, gli investimenti nel marketing digitale (e nello specifico nel digital advertising) finiranno per sostenere la crescita aziendale anche in realtà territoriali che hanno sempre investito in nicchie di mercato local e, soprattutto, ristrette, con bassi margini e orientate a raggiungere picchi di concorrenza senza precedenti. Uno degli esempi più importanti della “riscossa” del digital advertising è sicuramente rappresentato, lo sottolineavamo in precedenza, dal settore alimentare.

Sempre più di frequente si assiste alla crescita di realtà normalmente abituate a servire un mercato locale anche nei mercati internazionali. Basti pensare a tutti quei casi di imprese impegnate, per esempio, nel settore agroalimentare che hanno deciso di investire nella trasformazione digitale trovandosi scaraventate nel mercato globale con tassi di crescita impressionanti. Si tratta, ovviamente, di case history di successo che però rendono perfettamente l’idea di quali possano essere i benefici legati all’investimento in digital advertising.

In sostanza il digital advertising, in molti casi, ha rappresentato esclusivamente uno strumento per realizzare quei percorsi di trasformazione (e di crescita) che di fatto erano già stati ampiamente definiti dal mercato. In sostanza la pubblicità sui canali digitali è stato il collegamento tra bisogni (espressi più che latenti) dei clienti e quei consumatori che erano già lì, pronti ad acquistare, a caccia di un prodotto che, probabilmente, esisteva già a migliaia di chilometri di distanza.

Il digital advertising, nella definizione delle politiche di sviluppo aziendale, ha costituito (come costituisce) lo strumento ideale per garantire la crescita della brand reputation ben oltre i consueti confini del mercato di riferimento. Il prodotto esisteva già. Anche il mercato esisteva già, così come esisteva già l’azienda in grado di produrre quel determinato bene. I consumatori avvertivano di dover soddisfare quel determinato bisogno ricorrendo a quello specifico prodotto. Il problema è che probabilmente, senza una strategia di digital advertising adeguata, consumatore ed azienda non si sarebbero mai incontrati e il potenziale cliente avrebbe optato per un prodotto concorrente piuttosto che per un surrogato in grado di soddisfare, solo parzialmente, i propri bisogni.

La definizione di una strategia mirata, in grado di sfruttare il digital advertising quale strumento di crescita, consente, banalmente, di creare quella connessione (potenzialmente indissolubile) tra azienda e consumatore e di rendere quel rapporto duraturo (e al limite anche bidirezionale).